Focara di sangue

Brucia.
Le fascine bruciano.
Gli arbusti, bruciano.
La focara, cantando, tutto brucia.

Lo sanno bene Mirko, Mauro, Sergi, Rizzelli e Nitto. Sono tutti lì, ai piedi del falò, in attesa che la pira prenda fuoco in onore di Sant’Antonio Abate.
E’ il mese di gennaio e a Tumoli, nel cuore dello Jentu, tutti aspettano l’accensione della focara, una moderna torre di Babele che, invece di sfidare il cielo, sembra quasi accarezzarlo per il tramite del santo egiziano a cui perfino le fiamme obbediscono.
Ed è intorno alle sue fiamme che si agitano le inquietudini di questi cinque adolescenti alle prese con una natura e una società ostili, dove tutti si muovono in un mondo arcaico, dominato da una violenta bellezza che a tratti riesce a dominare persino il vento di Scirocco.

Focara di sangue è un romanzo di viaggio e di frontiera, di polvere e coraggio, ambientato in una parte del Sud Italia, dietro cui affiora la Puglia, dove sempre più spesso i ragazzi diventano adulti troppo presto. Come nel caso del giovane protagonista Mirko, che lotta aspramente fino a diventare uomo scoprendo, suo malgrado, che i rapporti, quelli veri, forse sono la chiave per non soccombere.

 

Quello di Carmelo Greco è un romanzo di formazione duro, potente, che porta con sé l’eco di quei più famosi ragazzi della via Pál, dove un manipolo di ragazzini viene schiacciato dal “violento gioco di potere degli adulti”.

Focara di sangue

€ 14,00Prezzo