Non si può chiudere in un cassetto il mare

Poesie come lievi barche in mezzo al mare, impossibili da conservare o tenere immobili. Perché le poesie di Vittoria Di Candia trasportano le persone, la natura, le passioni, l’amore. La speranza, i diritti di chi lotta, i sogni, il passato. L’autrice ci porta con leggerezza nel suo mondo, ci permette di sedere al suo fianco per guardare ogni attimo che scorre dalla sua angolazione, dal suo sguardo incantato.
E’ un viaggio che non si può chiudere in un cassetto.
Che va affrontato con la lentezza di un sospiro.

Le poesie di Vittoria sfiorano tutti i sentimenti e le emozioni, si posano solo un attimo per fiutare sentire, ascoltare e poi sono già da un’altra parte, il tempo di un battito di ciglia. Lei ci racconta di visioni, di bellezza improvvisa e poi di amori, reali, vissuti, desiderati, fuggiti e quelli intravisti attraverso uno sguardo sfuggente, una nuca all’improvviso, una mancanza, un gesto, il rosso o l’azzurro di un cielo ed altri infiniti rimandi; qualche volta la nostalgia vi fa capolino, una nostalgia vissuta senza pudori, così come il godere della bellezza e della natura. Tutto è parte importante del sentire che si fa parola e, come lei dice, la scommessa è di far percepire non l’atto, il fatto, ma tutto ciò che c’è intorno.

Non si può chiudere in un cassetto il mare

€ 10,00Prezzo